Consigli per chi vuole lavorare nel mondo dello spettacolo

Ti senti speciale? Vuoi diventare una star? Il cammino è lungo e richiede impegno: qui trovi tutti i consigli e le informazioni utili per lavorare con successo nel mondo dello spettacolo.

Se vengo scelto al casting, a quale tipo di contratto ho diritto?

Prima di effettuare qualsiasi lavoro nel mondo dello spettacolo la prima cosa che bisogna ottenere è un contratto scritto. In questo contratto devono essere riportate con chiarezza le modalità di pagamento e dello svolgimento del lavoro. Nella liberatoria dell’uso della tua immagine deve essere chiaramente specificato l’utilizzo che ne verrà fatto.

Cosa devo fare ad un casting, ad un provino o ad un’audizione?

I casting, i provini e le audizioni possono essere su parte o su prove libere. Nel primo caso viene fornito un preciso copione che bisogna studiare ed interpretare, anche nel caso si tratti di un balletto o di un canto, nel secondo caso vengono vagliatele doti fisiche e artistiche del soggetto.

Per affrontare questa prova è bene essere se stessi e non strafare con pose artefatte. I selezionatori non scelgono chi fa un’audizione impeccabile ma banale, cercano persone capaci di trasmettere emozioni. Appena arrivati si deve compilare una scheda in cui si devono indicare le generalità e l’agenzia da cui si è rappresentati, insieme ad altre notizie più personali. E’ indispensabile portarsi il book fotografico, il composit ed eventualmente il curriculum. Per un’audizione di attori, cantanti o ballerini si può aggiungere anche un proprio showreel o un videobook.

E’ importante essere puntuali, presentarsi in ottima forma fisica, ben lavati e riposati.

Con che make-up devo presentarmi ad un provino?

Il trucco è un elemento fondamentale per dare ad una donna un look rifinito. E’ importante presentarsi con un trucco ben eseguito, curato. Deve valorizzare i lineamenti di una fisionomia per renderla diversa e quindi degna di attenzione. I lineamenti fuori dal comune non devono essere visti come difetti, ma come segni distintivi: non dovrebbero essere nascosti o uniformati, ma valorizzati come elementi della propria individualità.

Il trucco non deve essere una maschera, ma una rifinitura discreta. Un trucco troppo pesante ha sempre un effetto boomerang: può suggerire che si voglia nascondere qualche difetto e si rischia di richiamare l’attenzione proprio verso ciò che si vuole celare.

Per gli uomini non si pone il problema del trucco, ma questo non toglie dall’avere unapelle molto curata, un viso rasato e pulito.

Come ci si comporta quando un attore o modello soggiorna in albergo?

A un protagonista del mondo della moda o dello spettacolo capita spesso disoggiornare in albergo per ragioni di lavoro. Ci sono delle precise regole di comportamento anche in questa situazione. La vita in albergo deve essere improntata almassimo rispetto per la struttura, per le persone che vi lavorano e per gli altri frequentatori. Deve essere contraddistinta da una cortese riservatezza. Una regola importante è vestirsi adeguatamente al livello qualitativo dell’albergo in cui si soggiorna. Il modello non si deve vestire di lusso in un albergo familiare, né trascurato in un albergo di elevata categoria.

Ai casting si deve essere puntuali?

La puntualità è di rigore, e non solo ai casting e provini, ma anche in occasione di appuntamenti di lavoro. E’ bene prendere in considerazione la possibilità di trovare intralci, specialmente nelle ore di punta di traffico nelle grandi città. E’ meglio prendersi in anticipo di 10 – 15 minuti, e temporeggiare in zona. Non ci si deve neppure presentare troppo in anticipo. Quindi, una volta arrivati in zona, si attende l’orario preciso prima di presentarsi nel posto dell’appuntamento. Nel caso di un ritardo dovuto a fattori esterni o ad un improvviso contrattempo è fondamentale avvertire telefonicamente prima dell’appuntamento, scusandosi.

Chi lavora nello spettacolo deve tenere sempre il cellulare acceso?

Il telefono cellulare è uno strumento di lavoro molto importante per i protagonisti del mondo dello spettacolo: rende le persone reperibili quasi ovunque. Ciò non significa doverlo tenere sempre acceso.

Innanzitutto è necessario tenerlo spento dove è vietato: in aereo, in ospedale, a teatro, etc.

In altri luoghi, dove non è espressamente vietato (al ristorante, in luoghi pubblici) è a discrezione: un buon compromesso è quello di mettere la suoneria silenziosa. Quando si effettua una telefonata di lavoro si “invade” la vita di un’altra persona: è importante chiedere la sua disponibilità, eventualmente rimandando la chiamata in un altro momento più opportuno.

Se si è in pubblico, la chiamata non deve essere urlata per rispettare la propria e altrui privacy.

In alternativa si possono usare gli sms, questo presuppone una maggiore confidenza con l’interlocutore, ma in ogni caso è importante firmare sempre il messaggio.

Che dieta devo seguire se voglio lavorare nello spettacolo?

Nel mondo dello spettacolo l’immagine e la forma fisica hanno un’importanzabasilare. Per questo è fondamentale seguire una dieta corretta ed equilibrata, sia per restate in linea che per mantenere bella la pelle.

La dieta varia a seconda della propria corporatura, dell’attività fisica quotidiana e della stagione. In estate vanno evitati cibi troppo ricchi di grassi e i fritti. E’ consigliabile la frutta e la verdura, le carni bianche e magre. In inverno si possono ingerire un po’ più di calorie, come carni rosse e formaggi, ma con moderazione.

Per un indossatore/indossatrice l’alimentazione dipende molto dal metabolismo: c’è chi riesce a mantenersi in ottima forma con un’alimentazione equilibrata, e chi deve sottostare ad un regime dietetico rigido.

Importante è evitare le diete fai da te e farsi consigliare da un dietologo quella più adatta al proprio fisico e alle esigenze di lavoro. La dieta dell’attore è diversa da quello del modello, e ancora differente è l’alimentazione di un ballerino.

share on