Ecco le dritte per diventare modelli professionisti: dal portamento al modo di sfilare, dall’atteggiamento ad un casting ai consigli per il look vincente.

[pt_marginblock margin=”50″ margin_md=”50″ margin_sm=”50″ margin_xs=”50″]

Che misure devo avere per diventare modella/modello?

Chi vuole fare il modello deve avere un corpo proporzionato e una buona fisicità:

 

  • la modella deve avere un’altezza minima di 1.75, la taglia massima 40/42. Per gli show room l’altezza minima è di 1.68/1.70
  • per il modello uomo è richiesta un’altezza minima di 1.85, la taglia varia dalla 46 alla 48/50. Per gli show room l’altezza minima è di 1.78/1.80.

 

L’aspetto fisico è importante ma non è tutto: a chi fa questo mestiere (o ambisce a farlo) è richiesto un buon portamento, carisma e, come in qualunque altra professione, sono indispensabili la professionalità, la puntualità e la serietà. Il fotomodello deve essere particolarmente fotogenico ed espressivo: le misure richieste come l’altezza, il peso e la taglia variano da lavoro a lavoro.

Oltre al fisico quali doti bisogna avere per diventare modello?

Le doti fondamentali per diventare modello professionista sono principalmente tre:

 

  • fotogenia
  • scioltezza
  • disinvoltura

 

Queste caratteristiche sono ancora più importanti della bellezza in sé.

La fotogenia è la capacità di rendere bene in fotografia, può essere una caratteristica innata ma si può imparare e migliorare studiando con attenzione la posa.

La scioltezza e la disinvoltura non sono facili, perché durante uno shooting fotografico bisogna essere fermi in una precisa posizione del corpo e senza imbarazzi, nella sfilata bisogna avere un ottimo portamento. Ci sono delle tecnicheche consentono di atteggiarsi nel modo giusto e di sfilare con disinvolturaindossando ogni tipo di abbigliamento.

La disinvoltura è la consapevolezza della propria presenza positiva, sensazione che viene automaticamente trasmessa a chi guarda la sfilata o la foto.

Come deve presentarsi una modella prima di una sfilata o di uno shooting fotografico?

Il viso deve essere pulito e struccato per agevolare il lavoro al truccatore. Il corpodeve essere perfettamente depilato. I capelli devono essere raccolti con delle forcine o mollette. L’intimo va scelto neutro e in tinta unita. Il look per presentarsi deve esseresemplice e allo stesso tempo deve valorizzare il fisico: jeans, magliette attillate in tinta unita. Va bene presentarsi anche con un abito in tinta unita grigio, rosso, nero o bianco. Per meglio esprimere la propria personalità ci si può sbizzarrire con gliaccessori: orecchini, cappelli, occhiali da sole.

Come deve presentarsi un modello prima di una sfilata o di uno shooting fotografico?

Per i modelli uomini il viso deve essere ben rasato una o due ore prima. Per alcuni tipi di foto è richiesta la depilazione del petto e degli avambracci. Per quanto riguarda icapelli è bene non avere un taglio recentissimo. Il look con cui presentarsi ad una sfilata o in un set fotografico va scelto in linea con la propria personalità ma mai eccessivo: camicia bianca o azzurra, jeans, va bene anche un abito elegante purché non spinato o gessato. E’ possibile personalizzare il look con gli accessori: vanno bene cappelli, occhiali da sole, orologi, etc.

Che portamento devo avere per fare il modello?

Il portamento di un modello o di una modella deve necessariamente esserearmonico, elegante. La bravura di un indossatore professionista è quella di saper interpretare ogni capo nel modo giusto, ogni vestito deve essere diversificato e valorizzato.

Ad esempio un completo sportivo deve essere indossato con uno stile svelto e disinvolto, mentre per un abito da cocktail è consigliato un atteggiamento più sofisticato e sciolto, un abito da sera va valorizzato al massimo con un incedere lento e distaccato, maestoso.

Un corretto portamento lo si può imparare solo da insegnanti esperti e di provate capacità didattiche, teoriche e pratiche.

Quali sono le regole fondamentali di una modella o modello per sfilare con stile?

Le regole dei modelli professionisti per sfilare con stile sono principalmente tre:

 

  • La pancia deve essere tenuta in dentro e il petto in fuori, ma in modo armonico, senza restare impalati come pezzi di legno.
  • Nel camminare la testa deve essere eretta, mentre le braccia ed il corpo devono restare morbidi. I movimenti devono essere elastici ed armonici, come in una leggiadra danza.
  • Durante la sfilata la posa delle mani è spesso lasciata alla discrezione dell’indossatore/indossatrice. Ci sono però alcuni abiti che richiedono delle precise pose: se il capo indossato durante la sfilata è una giacca classica, la mano deve essere tenuta in tasca con il pollice fuori, leggermente piegato in basso. Per gli altri tipi di giacche si devono mettere tutte le dita delle mani nelle tasche, ma senza appesantirle. Per gli abiti che non possiedono tasche, le modelle possono appoggiare le mani sui fianchi in modo aggraziato.

 

 

Che atteggiamento deve avere un modello ad un casting o ad una sfilata?

Il modello o la modella non si deve imporre, ma porre con gentilezza e semplicità. Per ottenere questo è bene che l’indossatore manifesti la propria personalità senza forzature, quindi è importante che si senta sempre a proprio agio, a posto e in ordine in ogni situazione. Il modello, anche quando ha raggiunto un certo successo, non deve mai lasciarsi andare, ma mantenere sempre il fisico e il modo di fare all’altezza dello stile con cui si è imposto.

Per rimanere al passo con i tempi ed essere benvoluti dagli stilisti è importante sapersi rinnovare ed essere sempre informati sui rapidi mutamenti che impone il mondo della moda.

[pt_marginblock margin=”50″ margin_md=”50″ margin_sm=”50″ margin_xs=”50″]